Il pianeta dei gatti

Niente paura, la Terra è ben lungi dall’essere conquistata da un’intelligenza felina superiore, anche se quello che accade sull’isola di Aoshima, in Giappone, sembra essere l’antefatto di un film di fantascienza: sì perché, ad oggi, l’isola conta 6 gatti per ogni abitante; o sarebbe meglio dire 6 abitanti per ogni uomo?

aoshima
Panoramica sul villaggio di Aoshima

 

Un po’ di storia. Aoshima è un isola situata nel sud del Giappione, a pochi chilometri dalle coste della prefettura di Ehime. Non dispone di un aeroporto, e l’unico modo di raggiungerla è tramite un traghetto che percorre la breve tratta un paio di volte al giorno. Aoshima è stata sempre e solo abitata da famiglie di pescatori dedite alla loro attività di pesca come unica forma di sostentamento. Nel 1945 conosce il momento di picco demografico con quasi mille abitanti, ma nei decenni successivi la massiccia dipartita dei giovani verso le città riduce la popolazione a qualche decina di abitanti. Oggi l’isola conta 20 abitanti tra pensionati e anziani pescatori, e il numero diminuisce inesorabilmente.

Ma, anche se il distino di Aoshima sembra ormai scritto, ci pensano loro, i gatti, a risollevare le sorti di questo posto singolare: 120 in tutto, i piccoli felini stanno diventando una vera e propria attrazione turistica, anche fuori dal Giappone.

isola dei gatti
Visitatori arrivano sull’isola

 

Portati sull’isola negli anni 60 per combattere i topi che infestavano le barche dei pescatori, i gatti,ad oggi, non sembrano avere la minima intenzione di abbandonare l’isola, anzi proliferano a meraviglia. I turisti, che prenotano con molti giorni di anticipo il traghetto, sono ben contenti di viziarli con crocchette di riso o barrette energetiche ed altrettanto fanno i pochi abitanti del posto che li sfamano con avanzi di pesca.

Curioso il fatto che sull’isola non ci siano negozi, ristoranti, chioschi, automobili. Anche reperire una bottiglia d’acqua è impossibile. Il luogo, completamente impreparato al turismo, offre uno scenario decadente, originale ed unico: tutto sembra essere rimasto come era anni fa, si può curiosare nelle case abbandonate ancora ammobiliate e girare per le strade lasciandosi alle spalle, per un attimo, il frastuono dei motori e dei clacson delle auto.

isola dei gatti
I gatti che aspettano i turisti sulla banchina del porto

 

Un bell’articolo fotografico, con didascalie, sull’isola di Aoshima lo trovate a questo link: theatlantic.com

Leave a comment

© Copyright 2015
44 gatti di Luisella by Luisella
Le illustrazioni e le creazioni sono di Luisella - luisella.zambon@gmail.com
Web Design e contenuti sono di Valerio - valerio.compagnoni@gmail.com - www.stazioneweb.it COMING SOON

powered by Everything theme